home | Faq |

Risparmiare migliaia di euro con i meeting ''ibridi''

Lunedì 27 Maggio 2013

Risparmiare migliaia in euro di voli aerei, in emissioni di CO2, oltre che in tempo. Al Centro Congressi Padova “A. Luciani” è possibile. Anzi, è pratica comune.


videoconferenza padova meeting ibridiUn esempio si avrà il 30 maggio, quando il centro congressi ospiterà l’assemblea dei soci di un consorzio finanziario internazionale con soci in Sri Lanka, Cambogia, Ecuador, Perù, Nicaragua. «Fino a qualche tempo fa l’assemblea dei soci includeva la presenza fisica sul posto, a Padova», spiega un dirigente dell’organizzazione, «con le spese relative ai viaggi aerei andata e ritorno da tutti i soci, con i tempi da dedicare ai trasferimenti e con i tempi da dedicare all’ospitalità in città». Da qualche anno Centro Congressi Padova offre a questo cliente la possibilità di un meeting ''ibrido'', ovvero di accogliere solo una parte dei soci sul posto mentre gli altri stanno comodamente a casa loro e si collegano in videoconferenza.

 

 

Centro Congressi Padova garantisce la partecipazione attiva di chi è collegato in videoconferenza

Trattandosi di una assemblea con valore legale è molto importante che i partecipanti si sentano garantiti nella loro partecipazione attiva: ascoltare, vedere le presentazioni, prendere la parola, votare. Ma come è possibile gestire una partecipazione paritetica di tutti i soci collegati? Quale tecnologia utilizzare? Soprattutto come gestire i collegamenti remoti senza inviare tecnici sul posto?

 

videoconferenza interattiva padova
Il Centro Congressi Padova ha brillantemente risolto il problema grazie a esperti di videoconferenza e di collegamenti intercontinentali con paesi non molto sviluppati in termini di banda larga. «Ad esempio», spiega il direttore del Centro congressi Riccardo Ruggiero,  «viene utilizzata una videoconferenza via internet che richiede nelle postazioni remote circa 400 Kb di banda. Parliamo di kilobit per secondo, non megabit!».


Il centro congressi ha invece due linee dedicate e distinte e il lavoro di “compressione video” viene eseguito in Italia su macchine molto potenti, quindi il segnale video che viene ricevuto all’estero è ottimizzato per voce, video e presentazioni. «Mentre le grandi aziende hanno sistemi di videoconferenza interni», commenta Ruggiero, «questa soluzione si presta a tutte quelle realtà non dotate di impianti interni di videoconferenza o a collegamenti con persone che dispongono di infrastrutture di videoconferenza ma solo di un pc con microfono, webcam e connessione a internet».

 

Organizza una videoconfererenza

< torna indietro